Covid in Campania, in sei mesi il 90% di decessi in più (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Il numero delle vittime per Covid in Campania ha superato quota cinquemila e la regione è la sesta più colpita d’Italia in termini di perdite di vite umane negli ultimi 6 mesi, dietro la Lombardia, il Veneto, l’Emilia Romagna, il Piemonte e il Lazio.
    Il dato che desta preoccupazione è l’impennata che si è registrata tra la prima, la seconda e la terza ondata.

    Con la seconda ondata in Campania infatti i decessi legati al Covid sono aumentati in valori assoluti del 90 per cento. Il primo ottobre dello scorso anno i morti di Covid erano 463.
    Il primo febbraio di quest’anno sono saliti a 3.765, sino ai 5002 di ieri.

    Ma è dagli anticorpi monoclonali che arriva una speranza concreta di guarigione.
    La sperimentazione infatti è già stata avviata.

    Intanto l’ondata di abbandoni nella campagna vaccinale napoletana non si è placata: il forfait riguarda la platea del personale sanitario, destinatario di AstraZeneca e convocato alla Mostra d’Oltremare e alla Stazione marittima.

    Scenario opposto invece all’ospedale di Pozzuoli dove centinaia di persone hanno atteso il proprio turno davanti all’ingresso della palazzina che ospita otto ambulatori vaccinali. Insieme al personale scolastico e agli over settanta sono iniziate le vaccinazioni anche per le categorie fragili, compresi i malati oncologici.

    I tempi di attesa hanno raggiunto in alcuni casi perfino le sei ore.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments