NAPOLI – “Potrebbe essere abbandonata del tutto l’idea del corno per il periodo natalizio e a perderci sarebbe soprattutto l’immagine e l’imprenditoria di Napoli che, agli occhi di tutti, tornerebbe a diventare la città in cui è impossibile realizzare qualcosa di nuovo e originale come avviene in tutte le metropoli del mondo. Gli imprenditori che dovevano realizzare l’evento sono oramai a un passo dal gettare la spugna e abbandonare definitivamente il progetto”.

A dirlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, fondatori del movimento dei Non intellettuali, aggiungendo che “sarebbero sorti problemi enormi anche per la nuova location, quella del Porto. Insomma alla fine di questa battaglia condotta da un pezzo della città che non propone mai nulla il risultato finale sarà quello di spingere una cordata di imprenditori napoletani a investire altrove”.

“Chiediamo al Sindaco di affidare ai cosiddetti intellettuali che si battono contro ogni iniziativa temporanea in città un evento natalizio a costo zero per le casse comunali che attragga turisti e sponsorizzato da privati” hanno aggiunto i Non intellettuali per i quali “bisogna fare di tutto per evitare di darla vinta a chi vuole mummificare la città, togliendole ogni possibilità di rinnovamento e crescita che non venga dalle loro menti o che non porti soldi nelle loro tasche”. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments