procesionariainsetto

NAPOLI – “Chiediamo all’Asl e al Comune di predisporre immediatamente interventi per combattere la presenza della processionaria perché ci sono stati segnalati diversi casi che hanno colpito, anche a Napoli, cani, costretti addirittura a essere operati al muso, e adulti e bambini, alle prese con dolorose irritazioni della pelle, come nel caso più recente che ha visto vittima una signora che ha inviato a La radiazza le foto delle conseguenze del contatto con l’insetto”.

A lanciare l’allarme il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli de La radiazza, precisando che “la processionaria è un insetto dannoso per le piante che, nei fatti, uccide, ma anche per le persone e gli animali per la peluria particolarmente urticante”.“I cani che le toccano con il muso sono spesso costretti a interventi chirurgici, mentre per le persone che entrano in contatto con la peluria le conseguenze sono irritazioni evidenti della pelle” hanno continuato Borrelli e Simioli per i quali “i tanti casi registrati in tutta Italia fanno pensare a una presenza straordinaria in questo periodo e, quindi, tutte le Asl e i Comuni dovrebbero correre ai ripari per evitare altri contatti con animali e persone come è successo in piazza Mazzini e in piazza Cesarea, all’altezza della scuola Vincenzo Cuoco dove sono state colpite sia mamme e che bambini”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments