almaviva

NAPOLI – Le Segreterie SLC CGIL Campania e Napoli attendono, con il sostegno di una ampia delegazione e forti di una coreografia di 1000 palloncini rossi, simbolo delle protesta di Almaviva e Gepin, che dall’incontro richiesto unitariamente da CGIL – CISL e UIL al Presidente del Consiglio Matteo Renzi

il giorno 6 aprile p.v. a Napoli, arrivino segnali chiari di prospettiva per i lavoratori di Gepin e Almaviva .Solo un intervento del Governo – dichiarano le Segreterie SLC Campania e Napoli – può salvare i lavoratori di queste due aziende stritolati da assalti al massimo ribasso e delocalizzazioni selvagge.I lavoratori di Napoli di Almaviva – continuano le Segreterie SLC Campania e Napoli – sono vittime di una crisi del settore che necessita di regole lavorative e finanziarie diverse.Tra l’altro – concludono le Segreterie SLC Campania e Napoli – il futuro dei lavoratori di Gepin di Casavatore dipende esclusivamente da una diversa organizzazione degli appalti di Poste Italiane azienda al 51% di proprietà del Governo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments