BENEVENTO (di Maria Errichiello)– Notte di interrogatori per la caserma dei carabinieri di Cerreto Sannita, dove si stanno svolgendo le indagini sulla morte di Maria Ungureanu, la bambina di 9 anni violentata e uccisa domenica scorsa a San Salvatore Telesino, nel beneventano. Sono stati convocati in caserma dai carabinieri i genitori della bimba e Daniel Ciocan, il ventunenne rumeno indagato ma a piede libero in mancanza di gravi indizi.

Quest’ultimo, accompagnato dal suo legale Giovanni Maturo, è stato interrogato dalle autorità per circa tre ore e mezzo, confermando nuovamente la sua versione dei fatti, ovvero che ha lasciato la bimba intorno alle 20.00 davanti alla chiesa di San Salvatore Telesino, dove alcune persone presenti l’avrebbero visto. Il legale del giovane rumeno annuncia comunque che per il suo assistito non è mutato il quadro accusatorio.I carabinieri, alla ricerca di qualche indizio, hanno sequestrato e sorvegliato per quasi 24 ore il resort di piazza Pacelli, l’auto di Daniel e ora l’attenzione è anche sulla casa dei genitori della piccola, Marius e Andrea Unguranu, in via Belledonne.Il procuratore di Benevento, Giovanni Conzo, è stato presente all’interrogatorio e dice: «Tutte le piste sono esplorate». Si attendono con ansia le prossime ore per avere i risultati delle perizie medico-legali disposte dalla Procura di Benevento.”Chi sa parli”. È l’appello lanciato da Mario, il padre di Maria, la bimba violentata ed uccisa nella serata di domenica. “Vogliamo sapere chi è stato”, ha aggiunto. Parlando di Daniel, il giovane romeno indagato per la morte della sua connazionale di appena nove anni, dice: “Come amico mi avrebbe dovuto chiamare, non penso altro”. Mario dice che ha “il cuore spezzato. Mia figlia era sempre serena e contenta”, ripete con la voce rotta dall’emozio.Per non dimenticare la tragedia della piccola Maria, violentata e morta annegata nella piscina di un casale, la comunità di San Salvatore Telesino (Benevento), con a capo il sindaco Fabio Romano e il parroco, don Franco Pezone, hanno organizzato per domani sera (ore 20,30) una veglia di preghiera e una fiaccolata.L’appuntamento è in piazza Nazionale a San Salvatore Telesino. Il corteo della fiaccolata si snoderà per le stradine del centro del paese per poi raggiungere il resort dove è stato rinvenuto il corpo senza vita della piccola.(ANSA)

{youtube}2O0ShDVxtJE{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments