NAPOLI – “Se il buongiorno si vede dal mattino, al Conservatorio di Napoli s’è veramente aperta una nuova era rispetto alla precedente direzione”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione cultura, presente, insieme a Carlo Mormile, rappresentante sindacale dei docenti del Conservatorio napoletano, all’insediamento del nuovo direttore Carmine Santaniello, accolto da applausi e brindisi da parte del corpo docente e dagli studenti.

“Parlando con i docenti, ho appreso che le spese per la festa di insediamento della precedente direttrice furono messe a carico del Conservatorio anche se poi, anche grazie all’intervento della Corte dei conti, quei soldi non sono stati sborsati e c’è un contenzioso in atto” ha raccontato Borrelli sottolineando che “questa volta il necessario per il brindisi è stato comprato dagli stessi docenti, senza pesare sulle casse del Conservatorio”.

“Finalmente il ministro Fedeli ha ascoltato le richieste di quanti volevano chiudere una pagina oscura del Conservatorio di Napoli che ha dovuto fare i conti con una gestione che l’ha portato più volte all’attenzione dei media per vicende poco chiare di cui quella legata all’annullamento delle elezioni è solo l’ultima in ordine di tempo” ha concluso Borrelli per il quale “ora bisogna lavorare per ridare al Conservatorio quel ruolo di primo piano nel panorama musicale e culturale italiano e mondiale. Oggi al Conservatorio si respirava un’aria di liberazione dopo gli ultimi anni che per molti studenti e docenti sono stati i peggiori mai visti”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments