31288240_10215904190501752_5066409577742860288_n

NAPOLI – Si difende Daniele Marrama presidente della Banca Regionale di Sviluppo. I finanziamenti elargiti dalla Fondazione Banco Napoli non sono illegali e nulla è emerso dall’ispezione durata 6 mesi.

 

L’Assemblea dei soci della Banca Regionale di Sviluppo ha approvato, nella seduta di venerdì 20 aprile scorso, il Bilancio d’esercizio 2017, presentato dal Consiglio di amministrazione presieduto dal professor Daniele Marrama. Dai numeri, presentati oggi in una conferenza stampa che si è tenuta nella sede di via Verdi, emerge una netta inversione di tendenza nei conti della Brs, che tornano in territorio positivo: al 31 dicembre 2017, infatti, l’utile netto è di+25mila euro, un grande passo avanti rispetto alla perdita di 4 milioni e 603mila euro registrata dal Bilancio d’esercizio 2016.

 

Rilevante anche il dato sulle sofferenze che, numericamente, sono più che dimezzate dalle 636 posizioni aperte a fine 2016 alle 297 registrate al 31 dicembre 2017. Si è passati così, in 12 mesi, da un volume delle sofferenze pari a 95,7 milioni a 68,8 milioni. Un trend discendente costante e veloce, che fa prevedere ottimi risultati su questo fronte anche nell’anno in corso. Si sottolinea, in particolare, come l’azione di riduzione delle sofferenze abbia portato sia ad un aumento di valore della Banca sia ad una sua rafforzata operatività, perché ha liberato risorse immobilizzate a vantaggio degli impieghi verso famiglie e imprese, aumentati del 14%.

 

Dati positivi arrivano anche dalla raccolta che, dopo una lieve flessione congiunturale registrata a fine 2017 (-2% su base annua), è tornata a crescere facendo registrare un +11,8% nel mese di marzo 2018, rispetto al marzo 2017.

 

Positivo anche l’andamento della spesa complessiva che, nel 2017, si è ridotta di -604mila euro, passando da 10 milioni 387mila euro a 9 milioni 783mila. Altri chiari segnali della rinnovata vitalità della Banca arrivano dal margine di intermediazione (+25% in un anno) e dal margine di interesse che fa segnare un +14%, ben al di sopra della media nazionale del sistema bancario italiano.

 

Il presidente Marrama, presentando i dati di bilancio, ha ringraziato il direttore generale, Fabio Murino, e il vice direttore, Claudio Napolitano, per “l’enorme lavoro svolto in questi 12 mesi nei quali si sono registrati risultati positivi, al di sopra delle aspettative, soprattutto se si tiene conto del breve tempo nel quale è stata impressa una netta inversione di tendenza nel recupero di una piena operatività della Banca”.

 

Il direttore generale Murino ha, invece, sottolineato come “gli obiettivi raggiunti siano frutto di un lavoro di squadra che ha convolto tutte le aree operative della Banca nel rilancio della Brs. Il percorso da fare è ancora impegnativo – ha concluso Murino – anche se i segnali che ci sono arrivati nei primi mesi del 2018 sembrano confermare che la strada intrapresa è quella giusta”.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=IWeK3s6O7j8

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments