NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Arriva Carnevale e alcuni genitori, per il solo gusto di apparire sui giornali travestono i propri figli nella maniera più assurda. In questi giorni numerosi fotografi ma anche amatori dell’obiettivo sono in strada a scattare foto a veri e propri fenomeni da barraccone. Si Passa dal ragazzino malato con tanto di catetere in mano alla bambina Cecilia nell’armadio fino alla new entry la signora del “pellicciotto”. Insomma una sagra del cattivo gusto a cui fa seguito ovviamente la foto virale sui social.

“Quest’anno sembra che si sia scatenata una guerra a chi scende più in basso nella gara del cattivo gusto nella scelta dei vestiti di carnevale per i bimbi”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “è assurdo che dei genitori abbiano deciso di travestire i figli da vecchio malato, con tanto di busta con le urine raccolte con il catetere e flebo, o da Cecilia Rodriguez nascosta nell’armadio per richiamare una performance sessuale ripresa dalle telecamere del grande fratello vip”.

“In fondo chiedere che i servizi sociali verifichino la capacità di crescere figli di quei genitori non ci sembra una provocazione” hanno aggiunto Borrelli e Simioli augurandosi che “nei prossimi giorni, con l’avvicinarsi del Carnevale la ricerca della maschera di cattivo gusto lasci il posto alla proverbiale sana fantasia napoletana nella scelta dei costumi per i bimbi e, soprattutto, non si offenda chi è davvero malato e lotta per continuare a vivere”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments