GIANNOLA

NAPOLI – La richiesta non negoziabile del Comune di Napoli di modificare il Piano regolatore esistente siglato il 14 agosto 2014 non è stata presa bene dai vertici di Città della Scienza che denunciano come, con questa decisione, il sindaco cancella per sempre la ricostruzione dello Science Center.Aldilà delle belle parole, ha sottolineato il professor Silvestrini, va in fumo tutto il lavoro svolto all’indomani dell’incendio.

Il Cda di Città della Scienza ha voluto ricordare al sindaco che la Fondazione nel 2013 poteva fare, all’epoca dell’incendio, una semplice Dia e ricostruire il Museo bruciato senza attendere nessuno.“La decisione di bloccare i lavori, poi, per costruire in un futuro lontano in luoghi non di Città della Scienza il museo è una follia”, così il professor Giannola che sulla vicenda precisa come il Governo sia sceso a patti col sindaco.

{youtube}i_8BBclU6Lo{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments