Ambulanza

NAPOLI – Aveva avuto un infarto in gita scolastica cinque giorni fa, oggi purtroppo il suo cuore si è fermato di nuovo, per sempre. Non ce l’ha fatta Martiona quagliana, 14 anni, studentessa di Cefalù deceduta al Policlincio di Napoli. La ragazzina era stata colta da malore in albergo. a dare l’allarme le compagne di scuola. Sul posto gli uomini del 118 riuscirono a far ripartire il suo cuore ma il quadro clinico era apparso subito gravissimo.  Oggi però una nuova crisi e l’arresto cardiaco irreversibile.

Ad annunciare la morte della studentessa il sindaco della cittadina normanna Rosario Lapunzina. “In questo momento di sgomento – dice il sindaco – nell’incapacità umana di comprendere un simile angoscioso evento, sento il dovere di stringermi attorno ai familiari tutti e, in primo luogo, alla madre, Maria Rosaria Sergi, Segretario del nostro Comune, al padre, al fratello e ai familiari tutti. A loro va il cordoglio dell’Amministrazione comunale, interprete dei sentimenti di dolore e di umana vicinanza di tutti i dipendenti comunali e della intera città”. Il sindaco ha fatto sapere che nel giorno dei funerali della ragazzina, sarà proclamato il lutto cittadino, “pertanto – ha detto Lapunzina – si invita a sospendere o a rinviare ogni manifestazione pubblica già prevista per il giorno in cui si terrà l’ultimo saluto. In quel giorno, le bandiere del palazzo di città resteranno ammainate e l’Amministrazione comunale parteciperà alle esequie in forma ufficiale con il gonfalone abbrunato per rendere l’estremo omaggio all’indimenticabile Martina”.

Martina si trovava in gita a Napoli con la scuola quando, imrpovvisamente, è stata colpita da un arresto cardiaco nella sua stanza dell’albergo nel quartiere Boscotrecase. A lanciare l’allarme sono state le compagne che erano in camera con lei e i professori che vista la gravità della situazione hanno chiamato i soccorsi. Nonostante il defibrillatore i sanitari del 118 non sono riusciti a rianimarla. Arrivata al Policlinico in fin di vita, dopo un complesso intervento i medici erano riusciti a far ripartire il cuore della studentessa. Ma alla fine purtroppo Martina non ce l’ha fatta. Il giudice ha predisposto l’autopsia per chiarire le cause del decesso.

 

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments