cq5dam_web_1280_1280

NAPOLI – E’ tempo di andare per le strada a testimoniare Cristo e la sua misericordia. L’Arcidiocesi di Napoli ha concluso, in contemporanea con le altre chiese del mondo, il Giubileo straordinario della Misericordia, il cui termine avverrà la prossima settimana, domenica di Cristo Re, con la chiusura della porta santa in Vaticano.

Dopo la messa solenne l’arcivescovo metropolita, il cardinale Crescenzio Sepe, si è recato in processione sul sagrato del Duomo portando la croce, atto definitivo della redenzione dell’uomo attuato da Gesù Cristo.Un giubileo che ha visto migliaia di persone varcare la porta santa della chiesa cattedrale, e la possibilità di ottenere l’indulgenza anche nella cappella del carcere di Poggioreale e attraversando la Porta Santa della Carità, sita al Binario della Solidarietà.Clero, fedeli, associazioni e movimenti, ma anche categorie sociali, politiche e lavorative, hanno preso parte durante tutto l’anno alle funzioni giubilari.

{youtube}nij_VYqytOk{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments