comfapi

NAPOLI – “Le imprese campane hanno bisogno di competitività: il mercato estero è un’occasione importante a patto di saperlo affrontare con gli strumenti più idonei”. A dirlo è Felice Russillo (Confapi Campania) aprendo i lavori del workshop ‘I driver della crescita’ che si è svolto nella sala parlamentino della Camera di Commercio di Napoli.

“L’internazionalizzazione, la digitalizzazione e il welfare sono le leve da azionare per recuperare appeal sui mercati ed efficienza nell’organizzazione. Con un debito pubblico come quello italiano, non è possibile pensare di affrontare frontalmente il tema del cuneo fiscale. Allora, per ridurre le tasse e quindi liberare risorse per le pmi, si può optare per un utilizzo intelligente del welfare aziendale e per un incremento del tasso tecnologico delle imprese”.L’evento, promosso da ‘Confapi Industria Campania’ in collaborazione con ‘Studio Impresa – agenzia per il lavoro’, ‘Osp srl’ di Firenze e ‘Welfarebit’ di Milano, ha visto la partecipazione di manager e imprenditori, professionisti e docenti universitari che hanno raccontato esperienze e competenze rappresentative dell’intero Paese.Per Michele Raccuglia, direttore Sud Italia Anpal, “la soluzione alla crisi è rinnovare e innovare il mercato del lavoro e avvicinare scuola e università alle imprese. In questo modo il miglioramento della produttività garantisce una migliore occupazione. Aiutare le nuove generazioni a rendere più efficienti ed efficaci le loro competenze è la sfida da vincere”.

{youtube}QIY44ALIdP4{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments