Parcheggioabusivo2

NAPOLI – “Alcuni parcheggiatori credono di essere onnipotenti e di poter disporre di spazi pubblici a loro piacimento, minacciando e spintonando chi prova a ricordargli che non possono occupare la strada con le auto che fanno parcheggiare dietro il pagamento del pizzo”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che ha chiesto l’intervento della Polizia municipale per far identificare due parcheggiatori abusivi nei pressi della sede della Regione di Palazzo Armieri in Via Marina, prima di presentare poi una denuncia dettagliata.

“Uscendo da Palazzo Armieri, su via Marina, ho visto che uno slargo adiacente era completamente occupato da auto e moto parcheggiate in modo selvaggio e ho cominciato a fotografare il tutto” ha raccontato Borrelli nella denuncia presentata all’Ufficio radiomobile della Polizia municipale sottolineando che “immediatamente si sono presentati, in rapida successione, due parcheggiatori dicendo prima che erano regolarmente autorizzati e poi, di fronte alle mie richieste di vedere i permessi, mi hanno spintonato e minacciato, “invitandomi” ad andare via”.

“Per evitare ulteriori problemi mi sono allontanato per poi tornare con due agenti della polizia municipale che sono prontamente intervenuti e hanno assistito alle nuove minacce dei due nei miei confronti, minacce nelle quali tenevano a farmi sapere che m’avevano riconosciuto e che me l’avrebbero fatta pagare” ha continuato Borrelli precisando che “i parcheggiatori sono stati poi portati in caserma per i controlli del caso”.

“Per combattere i parcheggiatori abusivi c’è solo la strada della denuncia e l’episodio di stamattina dimostra che la polizia municipale vuole davvero liberare la città da questa piaga ma è chiaro che serve l’aiuto dei cittadini che devono denunciare o almeno segnalarne la presenza immediatamente” ha concluso Borrelli ricordando che “per limitare lo strapotere dei parcheggiatori abusivi, insieme a Gianni Simioli de La radiazza e al consigliere comunale di Napoli, Marco Gaudini, è stata aperta la pagina Facebook “Io odio i parcheggiatori abusivi” a cui arrivano, ogni giorno, decine di segnalazioni che vengono verificate e poi girate alla polizia municipale per i controlli e gli interventi necessari”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments