1147993_635497544599193448_pag_11_768x410

NAPOLI – “Abbiamo notizia di una riunione della Commissione trasparenza dedicata al tema dell’autorizzazione all’esercizio di impresa funebre. Chiaramente, non siamo stato invitati. Ancora una volta l’assessore Alessandra Sardu continua a pensare che si possa fare amministrazione senza coinvolgere i diretti interessati: continuano a fare i conti senza l’oste”. Lo affermano Gennaro Tammaro e Alessio Salvato, delegati EFI in Campania.

“Negli ultimi mesi – affermano Salvato e Tammaro – il settore è stato oggetto di legge in Regione. Un iter non semplice che ha comportato una serie di problematiche e di interpretazione delle leggi. Di certo il Comune di Napoli essendo il capoluogo farà da apripista. Ma fare una riunione senza coinvolgere i tecnici di categoria e i rappresentanti è imbarazzante, esattamente come l’amministrazione comunale che continua a essere sorda ai nostri input”.

“Che poi – concludono Tammaro e Salvato – di cosa parleranno non ci è chiaro per niente. Le attività sono ferme ai titoli abilitativi del 2016, stiamo attendendo ancora le autorizzazioni di quest’anno, siamo a marzo ed è arrivata la primavera e ancora ci chiediamo il Comune cosa stia aspettando. Come al solito paghiamo ritardi e incompetenze della macchina statale che si ripercuotono sui cittadini, siamo stanchi e faremo quanto in nostro possesso per tutelarci”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments