Save_Toto

NAPOLI – “Totò è Napoli e il legame del principe della risata con la sua città non s’è mai interrotto come dimostrano le tante iniziative, anche spontanee, che si stanno organizzando in occasione del 50° anniversario della sua morte e abbiamo pensato che questo legame meriti ben altro riconoscimento che una strada nel rione sanità”.

Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, che hanno presentato una richiesta ufficiale alla Commissione toponomastica per dedicare a Totò l’attuale piazza Garibaldi.“Non entriamo nel merito delle polemiche di chi, da anni, chiede che piazza Garibaldi cambi nome per le vicende legate all’unità d’Italia che, nei fatti, avrebbe danneggiato Napoli e il Sud, ma crediamo che sia giusto dedicare quella piazza a chi, con la sua ineguagliabile arte, ha portato e porta la napoletanità in giro per il Mondo” hanno continuato i Verdi auspicando “un’ampia convergenza su una scelta che può sembrare azzardata, ma che non lo è se si pensa all’importanza che Totò ha avuto, ha e avrà per Napoli e per i napoletani”.“Napoli ha molto da recuperare per onorare al meglio Totò e, oltre alla dedica della piazza, non bisogna perdere altro tempo e arrivare al più presto all’apertura del museo, mentre, purtroppo, si può fare ben poco per valorizzare al meglio la casa natale del Principe visto che è di proprietà di un privato” ha concluso Borrelli che fu promotore di un flash mob tre anni fa, sotto l’appartamento dove nacque il “Principe della risata”, e tante persone si riunirono in via Santa Maria Antesaecula mostrando cartelli recanti la dicitura: ‘Save Totò’. Quel palazzo dovrebbe essere restaurato al più presto perché è in precarie condizioni”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments