cavour2

NAPOLI – “Alcune zone di Napoli, soprattutto intorno alle stazioni, sono ormai deturpate dal degrado dilagante dovuto anche alla presenza di clochard e senzatetto che lasciano le loro coperte e le loro poche cose quando si allontanano nel corso della giornata”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “chiaramente la soluzione non può essere la rimozione di coperte e altro e basta perché non possiamo certo pensare di togliergli quelle poche cose in un periodo freddo come quello che stiamo vivendo creando le condizioni per altre tragedie come quelle vissute nei giorni scorsi quando diversi senzatetto in Italia sono morti per le basse temperature”.“Ogni soluzione tesa a eliminare quel degrado insostenibile deve essere accompagnata anche da provvedimenti che diano una possibilità alternativa a chi usa quelle cose per riscaldarsi e per altre esigenze primarie” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “il diritto ad avere città pulite e decorose non deve andare contro il dovere di aiutare chi è in difficoltà e vive per strada”.“La sacrosanta solidarietà verso i clochard non può portare a questo degrado ed è simbolico che questa situazione insostenibile si sia creata a ridosso di via Costantinopoli dove c’è quella Chiesa che fa ben poco per i senzatetto come dimostrano i dissuasori messi sul sagrato per evitare che dormano con un minimo di riparo dal vento e dal freddo” hanno concluso Borrelli e Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments