Alberi_Posillipo

NAPOLI – Giorni difficili per gli alberi a Napoli, presi di mira da abbattimenti che non sappiamo se necessari o meno e, per questo, chiediamo la massima chiarezza all’assessore del Giudice e alla tangenziale.

Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri della prima Municipalità, Benedetta Sciannimanica e Gianni Caselli, per i quali “dopo lo scempio degli alberi fatto dalla tangenziale per creare una nuova rotonda nel rione alto, ci ritroviamo con il taglio dei pini nei viali intorno al parco virgiliano a Posillipo”.“Sugli abbattimenti in via Cilea abbiamo chiesto notizie e chiarimenti direttamente a Pomicino, a capo della tangenziale, anche con una manifestazione pubblica, mentre per quelli di Posillipo è stato il presidente della Commissione ambiente, Marco Gaudini, a scrivere all’assessore all’ambiente, Raffaele Del Giudice, per avere la documentazione che ha portato all’abbattimento” hanno aggiunto i Verdi sottolineando che “nella zona del Virgiliano ci sono ben altre emergenze che andrebbero affrontate subito come la situazione del belvedere che si affaccia su Nisida, alla seconda curva della strada che sale a Posillipo, nella parte a ridosso della collina, che è in condizioni indecorose e pericolose”.“Quei pini di Posillipo probabilmente non potevano essere salvati perché la loro presenza ha reso quasi impraticabile i viali con le radici che hanno rialzato il manto stradale, ma in operazioni del genere è necessario un maggior coordinamento con chi poi ha un contatto diretto con i cittadini” ha aggiunto Gianni Caselli, consigliere della Municipalità, per il quale “i cittadini e i loro rappresentanti più vicini dovrebbero essere informati su quel che si va a fare sul territorio e, in questo caso, dovevano essere informati delle ragioni del taglio e, soprattutto, se, successivamente, quegli alberi saranno sostituiti da altri sicuramente più adatti a quel tipo di strada e a quel territorio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments