le-5-canzoni-piu-belle-di-pino-daniele-su-napoli

NAPOLI – Flash mob, incontri, concerti: è più vivo che mai l’affetto di Napoli per Pino Daniele a due anni dalla scomparsa nella notte del 4 gennaio 2015. Sono molti gli appuntamenti in programma oggi, con il ritorno della chitarra Paradise, un copia di quella celebre usata dall’artista, sulla facciata dell’edificio di Santa Maria La Nova, dove è cresciuto Pino Daniele, posta proprio all’angolo della via a lui intitolata. La chitarra, di ferro zincato, era stata rimossa mesi fa per permettere lavori di riqualificazione all’edificio.

Domani apertura speciale per tutta la giornata del Museo della Pace Mamt che dedica un piano a Pino Daniele con oggetti personali, video, registrazioni, strumenti. Dalle 10 alle 12 al bar Gambrinus saranno distribuiti alcune centinaia di Pinuccio, il dolce creato per ricordare l’artista napoletano, insieme con un poster realizzato per l’occasione, tutto per iniziativa del gruppo de ‘La Radiazza’ che in serata organizza una cena a base di pietanze ispirate alle canzoni di Pino.“Anche quest’anno abbiamo deciso di ricordare Pino Daniele e per farlo abbiamo distribuito centinaia di poster celebrativi e di pinucci, il dolce creato dal Gambrinus in onore di un artista che fa ormai parte della storia di Napoli”.Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza sottolineando che “sul Pinuccio, una sfogliatella rivisitata, Massimiliano Rosati del Gambrinus ha pensato di mettere anche una chitarra di cioccolata per ricordare lo strumento che ha sempre accompagnato Pino Daniele nel corso della sua carriera”.“Sono arrivate centinaia di persone per ricordare Pino Daniele e cantare le sue canzoni, rinnovando un ricordo che non si spegne mai perché Pino è Napoli e Napoli è Pino ormai e quindi è inevitabile che sia omaggiato come e più delle rockstar internazionali, quindi sarebbe giusto che il 4 gennaio fosse istituzionalizzato come la giornata che Napoli dedica al ricordo di Pino Daniele, come una sorta di Santo laico” hanno aggiunto Borrelli e Simioli raccontando anche dell’arrivo “di un amico di vecchia data di Pino Daniele che ha portato un suo personale ricordo del cantautore risalente a circa 25 anni fa”.“Ma il nostro ricordo continuerà anche in serata con una cena a base di pietanze ispirate alle canzoni di Pino che si terrà dal Brigante dei sapori” hanno concluso Borrelli e Simioli sottolineando che “alla cena, oltre ai protagonisti de La radiazza e ai rappresentanti del Pino Daniele Online, ci saranno una decina di radioascoltatori che si sono prenotati per partecipare alla serata che sarà chiaramente totalmente gratuita e vedrà anche la partecipazione di qualcuno che ha conosciuto Pino Daniele e di altri che faranno ascoltare, accompagnati da una chitarra, le sue immortali canzoni”.(ANSA)

{youtube}4q2QO79n6_M{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments