Polizia_nibbio

NAPOLI – Due giovani di 19 anni e 21 anni, sono stati notati dagli agenti della sezione “Nibbio” dell’Ufficio Prevenzione Generale mentre, a bordo di uno scooter Honda Sh 300, si aggiravano tra le auto in transito, guardando insistentemente all’interno.Gennaro Esposito, 19enne, del Borgo S. Antonio Abate e Vincenzo Persico, 21 enne del Parco Verde di Caivano (NA)

, sono stati arrestati, nella notte di sabato, dopo un’estenuante inseguimento, iniziato in Piazza Nazionale, protrattosi in Via Arenaccia, Porta Capuana, Via S. Antonio Abate, Corso Garibaldi e conclusosi in Piazza Carlo III, dopo aver effettuato manovre azzardate e pericolose nel centro cittadino.I due giovani, infatti, all’Alt Polizia, hanno iniziato una folle corsa, compiendo manovre repentine e pericolose per l’incolumità dei passanti, zigzagando tra le auto, oltrepassando incroci e salendo sui marciapiedi, pur di sfuggire al controllo.E’ stato solo grazie all’abilità dei motociclisti della Polizia di Stato che i due sono stati raggiunti ed arrestati.Il 19enne, al quale 5 giorni fa era stata sostituita la misura degli arresti domiciliari con quella dell’obbligo di presentazione alla P.G. e dell’obbligo di dimora, registra a suo carico svariati precedenti penali, tra cui associazione per delinquere.Persico, che era alla guida dello scooter, è risultato non aver mai conseguito la patente.Entrambi sono stati arrestati, perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di resistenza a P.U.Persico ed Esposito sono stati processati con rito per direttissima, e condannati, rispettivamente, a mesi 8 e mesi 6 di reclusione, beneficiando della sospensione condizionale della pena, oltre al pagamento di contravvenzioni per violazioni al C.d.S. per l’importo di circa € 9.000,00.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments