27752336_1696547177091578_2316329582591771913_n

NAPOLI – La camorra torna a sparare: due uomini sono stati uccisi a colpi di pistola in una Peugeot nella seconda traversa di via Janfolla a Miano. A cadere sotto i colpi dei killer Antonio Mele, 57 anni, e Biagio Palumbo, 53 anni, ex affiliati al clan Lo Russo transitati nel clan dei Nappello. Forse proprio questo tradimento alla base della spedizione punitiva.

La vettura, dopo che i sicari si sono allontanati, aveva tutti i finestrini sfondati, infranti dalla sparatoria, segno della violenza con cui hanno agito gli autori del raid. Secondo i Carabinieri, che indagano sull’agguato, Mele e Palumbo erano le vittime designate dei sicari. I militari non si sbilanciano ancora sul possibile movente del delitto. Le modalità sono quelle di un’esecuzione di tipo camorristico. Nella zona è in corso una guerra tra i clan dei Lo Russo e dei Nappello. Non ci sono al momento testimoni e questo rende naturalmente più difficile la ricostruzione di quanto avvenuto. Gli esecutori della sentenza di morte nei loro confronti hanno affiancato i due che erano in auto: non è ancora chiaro se i colpi siano partiti da un’auto o da una moto. I due uomini sono stati uccisi in una zona che si trova alla periferia di Napoli e che collega il quartiere di Miano con quello di Chiaiano. Mele era sorvegliato speciale ed aveva precedenti di vario tipo mentre a Palumbo erano stati contestati piccoli precedenti.(ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments