5

NAPOLI – “Finalmente, grazie anche alle nostre continue denunce, c’è maggiore attenzione verso un reato che, fino a poche settimane fa, era tollerato e non perseguito, come dimostra il sequestro di un altro pappagallino “mendicante” di Castello di Cisterna”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, insieme al delegato Lipu di Napoli, Fabio Procaccini, nelle scorse settimane, ha anche lanciato una campagna di comunicazione con locandine affisse in giro per Napoli e provincia.“Prima e dopo quella campagna, la polizia municipale di Napoli ha fatto diversi sequestri, ma questa volta è intervenuto un maresciallo della Guardia di Finanza, Pasquale Fusco, che, pur se fuori dal servizio, è intervenuto, fermando il mendicante con il pappagallino fino all’arrivo dei Carabinieri che hanno portato tutti in caserma” hanno raccontato Borrelli e Procaccini aggiungendo che “l’uomo è stato denunciato per maltrattamento agli animali e accattonaggio e il pappagallino salvato”.“Purtroppo, le storie di questi pappagallini sono sempre le stesse: penne delle ali e della coda tagliate e strappate per non farlo volare via e poi un duro addestramento” hanno aggiunto Borrelli e Procaccini rinnovando “l’appello a chiunque di intervenire quando si incontrano queste persone per continuare a combattere questa crudeltà con l’obiettivo di eliminarla del tutto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments