r5

NAPOLI – “Non è tollerabile che chi risulta malato vada a giocare al pallone. La stragrande maggioranza dei dipendenti Eav lavora con impegno ed abnegazione ed è per loro che non si può tollerare chi finge di lavorare. In Eav abbiamo davvero fatto una rivoluzione nella gestione del personale.

Dodici i dipendenti licenziati per assenteismo o abuso legge 104″. E’ il bilancio di fine anno del presidente di Eav Umberto De Gregorio. “I dirigenti – osserva – ridotti da 23 a 15: gli ultimi tre licenziati per riorganizzazione interna. Abbiamo avuto un risparmio sul costo del lavoro dirigenti di circa 1,4 milioni.Firmare una lettera di licenziamento non è mai facile. Ti trema la mano e ti palpita il cuore. Ti chiamano in molti per farti ragionare e ripensare. Ed io ci penso e ripenso. Ma il mio pensiero – sottolinea – va a chi cerca un lavoro e non lo trova, agli esclusi, ai giovani. Chi finge di lavorare, chi inganna i colleghi e gli utenti non merita rispetto”.

“La strada intrapresa dal presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, contro i truffatori che si assentano dal lavoro pur non avendone diritto e per la riduzione del numero di dirigenti è quella giusta se si vuole dare all’azienda un futuro sicuro dopo l’enorme sforzo messo in piedi dalla Regione per sanare la situazione economica disastrosa creatasi con anni di malagestione”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “è giusto e sacrosanto licenziare chi non va al lavoro, inventandosi malattie o la necessità di assistere parenti malati, così come è necessario fare un’attenta analisi del reale fabbisogno di dirigenti visto che l’Eav, per anni, è stata usata come un carrozzone sul quale far salire amici a cui si voleva dare un contentino rappresentato da un bel posto da dirigente”.

“L’aria ora è cambiata ed è giusto che si proceda con l’allontanamento di chi non lavora o non porta alcun giovamento all’attività dell’Eav perché le risorse disponibili devono essere usate per migliorare il servizio offerto ai cittadini e non certo per finire nelle tasche di chi non le merita” ha aggiunto Borrelli per il quale “quel che si sta facendo in Eav deve essere preso a esempio anche nelle altre aziende di trasporto e in tutti gli uffici pubblici”.

“Da apprezzare poi anche la disponibilità a venire incontro alle esigenze dei turisti e dei napoletani alle prese con il blocco del servizio pubblico dell’Anm a Capodanno” ha concluso Borrelli sottolineando che “in questo modo si concretizza, nel migliore dei modi, quella collaborazione tra Aziende di trasporto pubblico e tra Regione e Comune di Napoli per la quale i Verdi lavorano da mesi”. (ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments