Giudice-di-pace

NAPOLI – Da oggi i giudici di pace attueranno la protesta più dura contro la riforma della magistratura onoraria, ritenuta “umiliante” per tutta la categoria: per un mese intero (sino all’11 giugno) incroceranno le braccia e in alcuni distretti di Corte d’appello, a partire da quelli di Firenze e Napoli, faranno anche lo sciopero della fame.

Gli effetti della protesta potrebbero essere pesanti: lo stop riguarderà infatti non solo i processi ma anche il deposito di sentenze e decreti ingiuntivi.(ANSA)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments