FOTO-PRESIDENTE-ARENIELLO

NAPOLI – Il 25 ottobre si celebra, come ogni anno dal 2003 quando fu istituita su iniziativa della Commissione Europea e del Consiglio d’Europa, la “Giornata europea della giustizia civile”, un momento d’informazione, riflessione e confronto tra operatori della giustizia, cittadini, studenti, professori che ha l’obiettivo di rendere la “giustizia civile” alla portata dei cittadini europei.

Il diritto civile è infatti parte della vita quotidiana dei cittadini d’Europa e si estrinseca in vari modi: lavorare, sposarsi, avere figli o acquistare beni e servizi. Ma gli studenti europei sono consapevoli dei loro diritti e di come funziona la giustizia civile? Sanno quali sono gli attori del sistema giustizia? Conoscono il loro ruolo? Il Consiglio dei Notariati dell’Unione Europea, insediato nel 1993 a Bruxelles per rappresentare di fronte alle istituzioni europee i 22 Paesi nei quali la figura del notaio è presente con oltre 40 mila professionisti, ha deciso di cogliere l’occasione della “Giornata europea della giustizia civile” per lanciare un forte messaggio a livello europeo e organizzare iniziative di formazione/orientamento e informazione per gli studenti e per i cittadini sul ruolo e sulle funzioni dei notai.Nasce così l’evento “Open day dei notai d’Europa. Insieme per la sicurezza giuridica”, che comporta l’organizzazione a livello europeo da parte dei notariati aderenti di iniziative aperte al pubblico nel periodo dal 24 al 29 ottobre. Il Notariato italiano ha ritenuto opportuno declinare l’evento a livello nazionale rivolgendosi a due diversi target: agli studenti e, più in generale, ai cittadini, offrendo loro informazione e rispondendo alle loro domande.Il Notariato intende rivolgersi innanzitutto agli studenti perché ritiene che i giovani siano il futuro del Paese e che nelle loro mani venga consegnata l’esperienza, la saggezza e il rispetto di quelle regole essenziali che affondano nella tradizione e nella cultura giuridica, nella speranza che sappiano esserne degni difensori, innanzitutto come cittadini.Il settore dell’istruzione è fondamentale per la diffusione della cultura giuridica nel nostro Paese ed i notai intendono cooperare con i dirigenti degli Istituti scolastici, mettendo a disposizione le loro conoscenze e le loro esperienze per la formazione e la crescita culturale e civile delle giovani generazioni.Il Consiglio Notarile di Napoli ha organizzato per le scuole una manifestazione di presentazione della “Giornata europea della giustizia civile” nella Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli, in Via Mezzocannone. Ad introdurre i lavori il presidente del Consiglio Notarile di Napoli, Antonio Areniello. All’incontro presenti alcune centinaia di studenti di istituti di Napoli e provincia.Durante la presentazione i notai si sono avvalsi di un format a immagini per creare una costante interazione con i ragazzi, al fine di suscitare e mantenere vivo l’interesse sui temi trattati e svilupperanno i seguenti argomenti: legalità, regole sociali, norme giuridiche, legislazione europea, il notariato in Italia, in Europa e nel mondo, il ruolo sociale del notaio.

{youtube}5L45egrS0Jk{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments