San_Carlo

NAPOLI – “A partire da venerdì prossimo, il teatro San Carlo si trasformerà in una specie di beauty farm e, per due fine settimana, ci saranno le dimostrazioni di un prodotto anti età, un trattamento di bellezza insomma, dimenticandosi che il San Carlo è un’istituzione culturale che poco ha a che fare con creme e unguenti per il viso”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che si chiede “quale vantaggio potrebbe ottenere uno dei più importanti teatri del mondo da una dimostrazione di creme anti età” e aggiungendo che “quella che si terrà nei prossimi giorni non è una novità, visto che un evento del genere è stato presentato già a dicembre come ricorda ancora la pagina evento creata su fb”.“Davvero non riusciamo a capire quale sia la strategia di comunicazione che porta avanti iniziative del genere che, forse, delegittimano e dequalificano il San Carlo che non ha certo bisogno di una dimostrazione di creme per avere visibilità” ha aggiunto Borrelli ricordando che “il massimo napoletano gode di molti finanziamenti statali che dovrebbero servire proprio a portare avanti le attività senza dover ricorrere a iniziative del genere, qualora fossero giustificate con l’esigenza di reperire fondi per il funzionamento del teatro”.“E’ davvero strano vedere mail e inviti in cui il Teatro San Carlo è associato a una crema per il viso, come e peggio di un piccolo teatro di provincia che potrebbe essere costretto a ospitare eventi del genere per poter continuare a restare aperto” ha concluso Borrelli aggiungendo che porterà la questione all’attenzione della Commissione cultura dove i responsabili dovranno giustificare questa assurda iniziativa”.

https://www.facebook.com/events/1496247730680548/

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments