terremoto_a_ischia._crolli_a____casamicciola.2

ISCHIA- “A un mese dal sisma di Ischia purtroppo c’è ancora tanto da fare e resta forte la sensazione che sia ormai accettata l’idea che sia stato un terremoto con morti e sfollati di serie b che ha fatto danni perché quella è un’isola di abusivi, fingendo di non vedere e capire che le vittime sono state uccise da una chiesa e da una casa che non avevano nulla a che fare con l’abusivismo”.

E’ quanto afferma il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, confermando “i timori per la lentezza con cui si e’ attivata la macchina della solidarietà, forse proprio a causa delle notizie false diffuse, quasi come se non ci fosse stata la voglia di aiutare abusivisti che, in qualche modo, se la sono cercata”.“Ho chiesto al presidente della Commissione Turismo e Attività produttive, Nicola Marrazzo, di convocare nuovamente una riunione monotematica con i Sindaci e i responsabili delle associazioni di categoria dell’isola per capire a che punto è il lungo percorso per il ritorno alla normalità perché bisogna continuare a monitorare il tutto passo passo” ha aggiunto Borrelli per il quale “in quell’occasione si potrà anche verificare come il Consiglio regionale e la Giunta regionale possono contribuire ulteriormente ad accelerare quel percorso”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments