saldi-2-10

NAPOLI – Saldi ai nastri di partenza a Napoli, con percentuali di sconto che variano fino al 40% del prezzo. Sulle vetrine dei negozi ci sono le scritte che indicano la percentuale applicata, anche se da qualche giorno, erano state avviate delle vendite con i prezzi scontati. Nelle strade del capoluogo partenopeo in tanti girano guardando le vetrine con l’intenzione di acquistare qualcosa di utile o meno utile.

E i commercianti sperano di incrementare le vendite e, raccontano, quest’anno hanno lavorato di più rispetto allo scorso Natale. “Sono state molte le persone che hanno scelto di regalare capi d’abbigliamento per Natale – afferma uno dei commercianti di via Toledo – in linea di massima sono sempre i saldi il periodo in cui vendiamo di più”.Trend positivo anche nei centri commerciali. Per la prima giornata di saldi a La Reggia Designer Outlet, i dati raccolti in mattinata lasciano già prevedere un incremento rispetto al 2017. Grande afflusso nella maggior parte dei 141 negozi del Centro. Tanta gente in strada e negozi pieni anche nel centro di Napoli, da Chiaia a Toledo e fino al Vomero, ma aumento molto più contenuto ad i alcuni casi in linea con lo scorso anni.

Nonostante le previsioni di Federconsumatori, che parlava di un +3,8% ma invitava alla cautela a causa dei contemporanei aumenti sulle bollette di acqua, luce e gas, l’analisi dell’inizio dei Saldi deve essere valutata attraverso una visione che divida il commercio a dettaglio nelle città con i grandi centri che richiamano un pubblico sempre crescente.

 

Analoga crescita ma in fasce d età sempre più giovani, è quella dei saldi on line, dove però si continua a registrare una certa diffidenza provocata dall’impossibilità di verificare da vicino la qualità dei capi e dei prodotti che si decide di acquistare e nonostante le formule di rimborso in mancanza di soddisfazione per l’acquisto. (ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments