lavori-stradali-via-scaglione

NAPOLI – La Commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità questa mattina ha ascoltato l’assessore Calabrese, il direttore centrale delle Infastrutture, Pulli, e i responsabili dei cantieri per essere aggiornata sulla situazione dei lavori di riqualificazione di Via Marina che, come ha spiegato in apertura il presidente Nino Simeone, ed come hanno ribadito i consiglieri Lebro (La Città), Esposito (PD), Brambilla (Movimento 5 Stelle), Frezza (De Magistris Sindaco), Langella (Prima Napoli) – che sono intervenuti – hanno determinato in alcuni giorni di agosto un forte disagio con code in Via Reggia di Portici determinate dal restringimento della carreggiata. La riunione è stata anche l’occasione per comunicare ai commissari l’esito dell’incontro di ieri con l’Autortà Portuale per individuare soluzioni transitorie che allevino il disagio nel tempo necessario a completare i lavori nell’area interessata.

A domande dei consiglieri riguardanti l’appalto, e soprattutto i tempi di completamento dell’importante opera di riqualificazione di Via Marina – finanziata inizialmente con Fondi europei della programmazione 2007-2013 – hanno risposto sia l’assessore Calabrese che l’ingegnere Pulli ricordando che dopo l’ammissione al finanziamento (del maggio 2013) le aree sono state consegnate alle ditte che realizzano l’intervento nell’ottobre 2015, dopo che il Tar aveva deciso in merito ad un ricorso. A meno di un anno dalla consegna del cantiere, i lavori, che sono continuati anche nell’incertezza del rinnovo del finanziamento sulla nuova programmazione dei fondi europei, stanno procedendo speditamente ed hanno avuto un definitivo impulso nel giugno scorso con la delibera di presa d’atto del rifinanziamento, nel frattempo intervenuto. Trattandosi di un intervento da effettuare senza la possibilità di chiudere al traffico importanti arterie, i disagi sono inevitabili, ma il Comune, ha concluso l’assessore, sta facendo ogni sforzo per accelerare i lavori e limitare il disagio. Dall’incontro, avvenuto ieri, con l’Autorità Portuale, che ha sottolineato le difficoltà scaturenti dall’allerta sicurezza del mese di agosto, che impediscono di aprire al traffico la zona portuale, è venuta la decisione di chiudere il Varco S.Erasmo, per cui i Tir non si immetteranno dal Porto su Via Reggia di Portici, e di impedire la svolta verso via Emanuele Gianturco. Queste misure allevieranno il disagio che, comunque, avrà termine su questo tratto del cantiere entro 15 giorni, con il completamento di due corsie in uscita dalla città e di altre due corsie in entrata. Sul problema del deposito dei basoli rimossi da Via Marina nella zona di Pazzigno, sollevato dal consigliere Esposito, è stata data rassicurazione che questi potranno essere presto trasferiti in un’area messa a disposizione dal Demanio di fronte al Mercato Ittico e, in ogni caso, saranno riutilizzati per la pavimentazione del Centro storico.
Ai temi delle emergenze traffico e della sicurezza delle strade, riguardanti anche altre aree della città, sollevati da alcuni dei consiglieri (Langella e Lebro) e a quello più generale della visione sui trasporti cittadini sottesa a opere infrastrutturali e a interventi sulla viabilità (Brambilla) la Commissione dedicherà un apposito prossimo incontro con l’assessore Calabrese, il quale ha anche invitato a prendere visione del Piano urbano per la Mobilità Sostenibile elaborato dalla Giunta.

{youtube}SO3pUegsJKU{/youtube}

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments