biblioteca-annalisa-durante

NAPOLI – “I ragazzi devono cambiare e le famiglie devono stare vicino ai ragazzi!”. E’ questo l’appello che Giovanni Durante lancia ai genitori dei giovanissimi ragazzi che intraprendono la strada della violenza nel giorno in cui Annalisa, uccisa nel marzo 2004, vittima innocente durante uno scontro di camorra, avrebbe compiuto 28 anni.

Forcella e Napoli celebrano la ragazza, 14 anni all’epoca, nella Biblioteca del quartiere a lei dedicata, mediante un evento organizzato con le scuole della Regione Campania. Un modo per ricordare la vitalità della giovanissima ragazza e di trasformare la tragedia della sua morte in vita nuova, grazie alle attività educative portate avanti a Forcella e nell’intera città di Napoli. Intervenuto l’assessore alla cultura, Nino Daniele.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=Jl_Z1-n80jM

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments