capodanno-napoli

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- E Napoli si mangiò un’emozione. Anzi più di una. Nella notte di San Silvestro la città ha risposto ‘presente’ all’invito a festeggiare unita a piazza del Plebiscito lanciato dal sindaco de Magistris.Più di 500mila persone si sono radunate sotto il palco centrale della festa in Piazza Plebiscito per assistere alla grande serata di musica con gli show case deli stadio di Franco Ricciardi dei tiro mancino, di Clementino, Jovine e Andrea Sannino per poi brindare al nuovo anno con champagne e assieme al primo cittadino.

Una partecipazione popolare mai vista prima con migliaia di turisti mescolati tra la folla e estasiati per lo spettacolo pirotecnico al Castel dell’Ovo. Successo anche per la nuova formula della discoteca sul lungomare, con esibizioni live di artisti e dj.Preso d’assalto ‘Nalbero’, punto di osservazione privilegiato per chi voleva ammirare lo spettacolo pirotecnico dall’alto.Banco di prova superato anche per il piano traffico e antiterrorismo. Insomma, la nuova alba di Napoli si conferma come nel 2016 quella di una “città rifugio e città ribelle”.“La vigilia di Capodanno ha offerto un primo banco di prova sull’accordo per regolare la movida nella zona dei baretti di Chiaia e, anche se non tutto è andato come doveva, si sono avuti i primi risultati concreti dimostrando che s’è imboccata la strada giusta e che bisogna continuare con il dialogo per trovare una soluzione che accontenti tutte le parti in causa”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, insieme alla consigliera della Municipalità di Chiaia, Benedetta Sciannimanica, aggiungendo che “quello delle regole della movida è un tema di cui si discute da anni e, ora, finalmente sono state messe su carta alcuni principi mettendo da parte inutili polemiche e fughe in avanti utili solo a creare ulteriori tensioni”.I Verdi hanno poi ribadito che “ogni soluzione deve tener conto che Napoli ha riacquistato quel ruolo di meta internazionale del turismo e non può non avere una movida degna di questo nome”.

 

{youtube}9_Q5pxfWw98{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments