Immagine-5-199x199

NAPOLI– E’ stato un matrimonio alternativo quello di Marco d’Avanzo e Nunzia Ricigliano, due giovani napoletani che hanno pronunciato il “sì” in una cerimonia multietnica celebrata nella chiesa del santissimo Crocifisso e Santa Rita, a Napoli.I fidanzati hanno voluto festeggiare la loro unione con degli invitati speciali, i “fratelli” migranti:

“È giusto ricordarsi di loro anche nel nostro giorno più bello, condividere il quotidiano e una giornata come questa”.A festeggiare insieme ai parenti dei novelli sposi e ai genitori c’erano ivoriani, senegalesi, nordafricani, bengalesi, che hanno portato biglietti d’auguri ai due giovani napoletano ringraziandoli per il segnale di apertura lanciato a tutti.È stato il papà della sposa, Antonio Ricigliano, attivista dell’Associazione 3 Febbraio, che si occupa di assistere i migranti, a proporre l’idea. E l’invito è stato accolto di buon grado da Nunzia e Marco.

{youtube}BXOWCdHWXT0{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments