Via_Tino_di_Camaino_nuove_alberature

NAPOLI – “ Dopo quasi un anno e mezzo, dal momento che le segnalazioni risalgono al lontano agosto del 2013, quando sulla vicenda fu anche pubblicato un video (  http://www.youtube.com/watch?v=Mtx70_f4gYM )

finalmente in questi giorni si sta provvedendo, nella centralissima via Tino di Camaino, a eliminare i ceppi delle alberature stradali morte, mettendo a dimora, nelle fonti svuotate, nuove essenze arboree “. A dare la notizia è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari che da tempo e più volte ha investito gli uffici competenti dell’amministrazione comunale della questione che riguarda l’importante arteria di collegamento tra i quartieri dell’Arenella e del Vomero. “Rimane insoluto un vero e proprio giallo sul quale si era insistentemente chiesto di fare chiarezza – ricorda Capodanno -. Giallo che riguarda la constatazione che, nell’ultimo tratto della stessa via Tino di Camaino, tra via Tarantino e piazza Medaglie d’Oro, ben 13 delle 22 alberature originariamente presenti fossero, in pochi mesi, morte o scomparse “.“Un vero primato – puntualizza Capodanno -! Ma ciò che più lasciava più perplessi era il dato che, osservando tutta l’arteria stradale che collega piazza Medaglie d’Oro con piazza degli Artisti, arteria che, dopo numerose petizioni e proteste, era stata completamente alberata su entrambi i marciapiedi, questa ecatombe di alberi si era verificata sostanzialmente solo nel tratto in questione mentre nel resto della strada gli alberi risultavano regolarmente attecchiti, godendo perlopiù di ottima salute “. “Un fenomeno che non trovava, peraltro,  nessuna apparente palese giustificazione – prosegue Capodanno – e sul quale si è chiesto più volte, senza avere al riguardo riscontri, di fare chiarezza promuovendo le opportune indagini. Certo che è sembrato davvero strano che solo in un tratto di strada di poche centinaia di metri gli alberi morissero con tanta rapidità con la scomparsa di oltre il 50% di quelli originariamente piantati “.“Ci auguriamo che questo fenomeno non abbia a ripetersi con le nuove alberature piantate in queste ore. Al riguardo porremo la massima attenzione – conclude Capodanno -. Nel contempo invitiamo, sin d’ora, gli uffici competenti a mettere in atto tutte le iniziative per vigilare sulla salvaguardia del verde pubblico e segnatamente delle alberature stradali, specialmente in quelle zone dove vi sono precedenti come quello segnalato, in modo da salvaguardare il già scarno patrimonio arboreo presente sulla collina vomerese che, notoriamente, è afflitta da tempo dal triste primato di una delle aree con l’indice di verde pubblico a disposizione dei residenti trai più bassi dell’intero territorio cittadino se non del Paese “.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments