NAPOLI – Il giorno 20 maggio 2016 si è svolto l’ennesimo incontro presso il Comune di Napoli per la definizione della ormai famigerata vertenza che vede coinvolti gli oltre 60 lavoratori delle Terme di Agnano.Nel corso della riunione, cui hanno partecipato per l’Amministrazione Comunale di Napoli l’Assessore al Lavoro Enrico Panini e l’Assessore al Bilancio Salvatore Palma

,  l’Amministratore Unico delle Terme di Agnano e le Organizzazioni Sindacali Filcams – CGIL, Fisascat – CISL e Uiltucs – UIL, il Comune ha informato che il percorso descritto nella Delibera di Giunta n° 305 approvata in data 29/04/2016 e annunciata con tanto di comunicato stampa, configgeva con l’attuale stato dell’azienda Terme di Agnano e con le previsioni di Legge in materia.Quindi,nonostante gli impegni solennemente assunti e pubblicamente annunciati anche dal Sindaco De Magistris, nulla di fatto!Ricomincia l’eterno gioco dell’oca!E nel frattempo oltre 60 lavoratori sono senza stipendi da 4 mesi e continuano a non vedere prospettive serie e concrete per il futuro!L’Amministrazione Comunale ha quantomeno garantito che, di concerto con l’Amministratore Unico delle Terme attiverà tutti gli strumenti previsti dalla Legge per evitare un fallimento della società e, nei tempi tecnici previsti, ferme restando le decisioni in merito del TAR Campania, procedere con l’aggiudicazione definitiva e successivamente la stipula del contratto per il fitto d’azienda al privato.  Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto con estremo disappunto dell’ennesimo fallimento delle iniziative messe in campo dal Comune e dall’Azienda per consentire il pagamento dei numerosi stipendi arretrati e garantire la continuità aziendale, facendo emergere l’inconcludenza dell’azione amministrativa e delle gestioni aziendali che si sono susseguite.Le OO.SS. hanno altresì rappresentato che – come noto – allo stato la vertenza è ingovernabile anche a causa del venire meno di tutti gli affidamenti ricevuti con conseguente insostenibilità economica per i lavoratori e le loro famiglie.Sulla Vertenza delle Lavoratrici e dei Lavoratori delle Terme di Agnano il Sindacato continuerà a lavorare, a tutti i livelli, perché le strutture delle Terme, bene della Città di Napoli, siano seriamente rilanciate e perché i lavoratori delle Terme possano ricevere al più presto le loro retribuzioni.Se tutto ciò si dovesse rivelare impossibile da raggiungere a causa dell’inefficienza e dell’approssimazione di qualcuno, pretenderemo dall’attuale Amministrazione Comunale e da quella che uscirà dalla prossima tornata elettorale una soluzione occupazionale anche per i Lavoratori di Terme di Agnano che nessuno può considerare “figli di un Dio minore”!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments