POPPELKLA

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Ennesimo raid criminale alla Sanità. Tre colpi di pistola sono stati esplosi stamane poco dopo le sette, contro la vetrina della nota pasticceria “Poppella” in via vergini.

Due malviventi in sella a uno scooter, hanno aperto il fuoco in maniera intimidatoria. Paura in strada, a quell’ora attraversata da mamme e bambini che stavano entrando a scuola. Fuggi fuggi generale e serrrande abbassate da parte degli altri esercenti del quartiere. All’arrivo della polizia, ovviamente nessuno aveva visto cosa era successo. Sull’accaduto è intervenuto il sindaco de Magistris.Baby gang, estorsioni o semplicemente una stesa. Fatto sta che la situazione alla Sanità sta diventando serissima. Sull’accaduto ha detto la sua anche il Procuratore Direzionale Nazionale Antimafia Antonio Laudati. “Poppella non ha bisogno di clienti perché la sua fama e la sua bravura sono conosciute ormai anche al di fuori dei confini napoletani e campani, ma, di fronte a una stesa di camorra, è importante far sentire alle vittime di atti criminali del genere la vicinanza delle persone perbene”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, annunciando che domani, venerdì 24 febbraio alle 11.00, i Verdi e “il popolo de La radiazza di Gianni Simioli” andranno nella pasticceria di Poppella a mangiare fiocchi di neve in segno di sostegno concreto contro la violenza della camorra e invitano tutti i napoletani onesti a fare altrettanto “per dimostrare solidarietà concreta a chi ha scelto di lavorare nel suo quartiere, anche se è considerato un quartiere difficile e in mano alla criminalità”..Insieme a Borrelli, tra gli altri, ci saranno i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, la portavoce cittadina Stefania Zenga, i portavoce regionali, Vincenzo Peretti e Benedetta Sciannimanica, il consigliere metropolitano, Paolo Tozzi, e la consigliera di Municipalità Debora Piemontese.

 

{youtube}atSDWpqVrmY{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments