Fortuna-Loffredo-madre-728x445

NAPOLI – “E’ stato confermato l’impianto accusatorio. Non siamo più nella fase investigativa. Ora c’è una prova per il processo”. Lo ha detto l’avvocato della famiglia Loffredo

, Angelo Pisani, al termine della seconda udienza dell’incidente probatorio dell’omicidio di Fortuna Loffredo, la bimba di sei anni uccisa il 24 giugno 2014 al Parco Verde di Caivano (Caserta).La mamma della piccola Fortuna, Domenica Guardato, è uscita del tribunale in lacrime, dicendo: “La bimba copre la madre”. La donna si riferisce ad una delle due bambine che sono state ascoltate dal gip in qualità di testimoni, e la cui mamma è detenuta. “Speravo che accusasse anche la madre, perché sono convinta che anche lei c’entri qualcosa”.Momenti di tensione davanti al tribunale di Napoli Nord ad Aversa (Caserta) all’ arrivo dei due cellulari della Polizia Penitenziaria con a bordo Raimondo Caputo e la compagna, madre delle tre bimbe sottoposte ad incidente probatorio nell’inchiesta sulla morte della piccola Fortuna Loffredo.La nonna di Fortuna e altri familiari hanno colpito con calci e pugni la portiera dei due mezzi inveendo contro Caputo e la compagna. “Mi hanno ucciso mia nipote, devono marcire in galera” ha urlato disperata la nonna della bimba.(ANSA)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments