16630011

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Ore 10,07 lo sventolio del fazzoletto bianco annuncia l’avvenuta liquefazione del sangue, San Gennaro ha compiuto il miracolo. Ad annunciare l’avvenuto prodigio la voce del cardinale Sepe.

Il ripetersi del miracolo è letto come un buon auspicio per la città di Napoli e per l’intera regione Campania. Il miracolo avviene tre volte l’anno: a settembre, nel giorno appunto di San Gennaro, nel sabato che precede la prima domenica di maggio e a dicembre.Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, ha precisato che il sangue era già sciolto quando ha aperto la cassaforte dove sono custodite le ampolle col sangue. “Quando ho aperto la cassaforte, il sangue si era sciolto già”, ha annunciato l’arcivescovo di Napoli durante la celebrazione nella Chiesa cattedrale. “Grazie al Signore che ha manifestato ancora una volta la sua bontà”. Alla cerimonia sono presenti anche delegazioni di autorità religiose oltre al sindaco, Luigi de Magistris, al presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, al vicepresidente della Camera e candidato alla premiership nel Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments