1228175-falcone

NAPOLI – Anche quest’anno Palermo chiama Italia si arricchisce di una presenza capillare sul territorio di iniziative che coinvolgeranno studentesse e studenti di tutto il Paese: una formula introdotta proprio per dare risposta alle richieste di partecipazione sempre più numerose che arrivano dalle scuole di ogni ordine e grado.

Le piazze saranno collegate con Palermo, cuore della commemorazione, in un doppio filo che unisce l’impegno delle alunne e degli alunni nel ricordo dei magistrati Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e delle loro scorte, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Di Cillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Vito Schifani, Antonio Montinaro, Claudio Traina.La Giornata del 23 maggio ha visto iniziative nelle principali piazze delle regioni italiane, grazie al contributo dei “Tavoli della Legalità”, gruppi di lavoro regionali nati dalla collaborazione tra il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur), il Consiglio Superiore della Magistratura (Csm), l’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), l’Associazione Nazionale Magistrati (Anm) e gli istituiti scolastici. I “Tavoli” hanno l’obiettivo di attuare programmi regionali di educazione alla legalità e alla corresponsabilità.Nelle Piazze della Legalità premiate le scuole che hanno vinto il concorso indetto come ogni anno dal Miur e dalla Fondazione Falcone, questa volta sulla traccia: ‘Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi – Ricordare per crescere’.A Napoli, dalle 9, al teatro Augusteo, più di mille studentesse e studenti provenienti da tutta la Campania hanno partecipato alla tavola rotonda ‘L’esempio di Falcone e Borsellino: ricordare per crescere’”. L’apertura è stata affidata al Coro giovanile del Teatro di San Carlo e la tavola rotonda moderata da Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. Presenti Luisa Franzese, Direttore dell’Usr Campania, Luigi Riello, Procuratore Generale, Antonio Buonajuto, Presidente Emerito della Corte d’Appello, Antonio De Iesu, Questore di Napoli, Pierpaolo Filippelli, Presidente dell’Anm del distretto di Napoli. Parteciperanno inoltre don Tonino Palmese, Vicario episcopale, Fabio Giuliani, referente regionale di Libera, Alessio Coppola, rappresentante delle Consulte studentesche. Esibizioni musicali, performance degli istituti e premiazione delle scuole selezionate dal concorso della Fondazione Falcone e del Miur.

{youtube}QVeOXHmJDR8{/youtube}

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments