crisi-settore-edile

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)-  Qualità, trasparenza, regolarità ma soprattutto sicurezza per evitare altre morti bianche. Sono le richieset del comparto edile di Napoli che stamane con le sigle sindacali in testa è sceso in piazza. Sit-in davanti la sede dell’unione degli industriali in piazza dei Martiri.  La Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, associazioni di categoria del settore edile, hanno rivendicato le loro posizioni su contratto al Governo, alla Regione, alle Istituzioni locali.

“Riteniamo un errore – hanno dichiarato in una nota – il fatto che le Associazioni dei Costruttori delle Province della Campania, non ne favoriscano il rinnovo utilizzando strumentalmente la crisi. Il contratto non serve soltanto a rinnovare diritti e salario. E’ un antidoto alla crisi, è la ‘carta d’identità’ di un sistema che si candida a motore di sviluppo della regione.

{youtube}effFJgTKF8A{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments