formicola

SANT’ANTIMO- Tanta commozione a Napoli, nel rione Don Guanella, per i funerali di Stefania Formicola, la 28enne uccisa mercoledì mattina con un colpo di pistola al petto sparato dal marito, Carmine D’Aponte, 33 anni, arrestato dai carabinieri e ora detenuto nel carcere di Poggioreale.

Folta la partecipazione di amici, parenti e conoscenti; la famiglia di Stefania proviene dal popoloso quartiere partenopeo e qui, nonostante si fosse trasferita nel 2008 a San Marcellino, comune del Casertano, era ancora molto conosciuta. Grande commozione, durante le esequie, ma anche rabbia da parte a chi conosceva la ragazza, che ha chiesto giustizia per Stefania. Don Lillo De Rosa, parroco della chiesa di Santa Maria della Provvidenza, ha auspicato che il martirio di Stefania eviti altri simili tragedie; parole che hanno provocato consensi e l’applauso dei presenti. Ieri si è tenuta anche una fiaccolata in memoria della giovane vittima del femminicidio. Domani mattina a Poggioreale è fissato l’interrogatorio di D’Aponte.(ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments