elezioni1

NAPOLI – Il papà e la mamma di Federica, la giovane donna disabile di 23 candidata alle Comunali di Napoli a sua insaputa, accompagnata dalla stessa Federica da un avvocato da Toni Nocchetti, presidente dell’Associazione “Tutti a scuola” hanno presentato oggi una denuncia al commissariato di polizia “Vomero”, a Napoli, per chiedere che sia fatta luce sulla vicenda.

“In qualità di presidente dell’associazione ‘Tutti a scuola ‘ sono onorato – dice Toni Nocchetti – per la ostinata difesa di una democrazia “pulita” che la denuncia presentata oggi alle autorità giudiziarie competenti rappresenta” evidenziando il “grande valore simbolico che la denuncia provenga da un cittadino disabile”.La procura di Napoli, intanto, ha aperto un fascicolo sul caso della giovane che ha scoperto di essere stata candidata a sua insaputa alle ultime elezioni comunali. Al momento non sono formulate ipotesi di reato. L’indagine sarà affidata a un pm della sezione reati contro la pubblica amministrazione, coordinata dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino. Il fascicolo è stato aperto in seguito alla notizia, pubblicata ieri dal quotidiano Il Mattino: Federica, 23 anni, affetta dalla sindrome down, ha scoperto per caso di essere stata inserita al sedicesimo posto della lista Napoli Vale-Valeria Valente sindaco, la candidata Pd a sindaco del centrosinistra. La circostanza è venuta alla luce solo dopo che la Corte di Appello le ha chiesto di presentare il rendiconto delle spese e dei contributi elettorali. Al momento, agli atti della magistratura, non risultano altri casi analoghi.(ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments