IMG-20160418-WA0009

NAPOLI– “I regi lagni sono ormai una bomba ecologica e bisogna intervenire al più presto per evitare che il pericolo potenziale diventi reale e che i canali continuino a essere usati come discariche abusive in cui si butta di tutto, compresi i residui di attività illegali, a cominciare dai furti di auto e moto”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, aggiungendo che “se chi progettò e costruì i regni lagni 500 anni fa potesse vedere in che condizioni è ridotta quella importante e avveniristica realizzazione, resterebbe senza parole”.“E’ assurdo che si sia permesso un simile degrado che unisce tutti i comuni del casertano e del napoletano, anche se, in alcuni casi, il degrado raggiunge livelli insostenibili, come nel caso di Saviano dove c’è addirittura la carcassa di un camion abbandonata tra i rifiuti” hanno aggiunto Borrelli e Simioli ricordando che “i regi lagni sono canali simili ai Navigli di Milano, con la differenza che qui, in Campania, non s’è pensato alla loro conservazione, ma s’è permesso che l’incuria, i delinquenti e i vandali li trasformassero in discariche a cielo aperto pericolose per la salute di chi abita nei dintorni e per il territorio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments