14163660_10208944588763861_1123430070_o

NAPOLI – “Stamattina è nata una nuova sinergia destinata a migliorare le condizioni e lo sviluppo dell’Area marina protetta Regno di Nettuno grazie alla collaborazione che vedrà impegnati Regione, Capitaneria di porto e Stazione zoologica Anton Dohrn”.

A darne notizia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, questa mattina, in rappresentanza del vice presidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, ha partecipato alla conferenza stampa che si è tenuta nella sala stampa della Capitaneria di porto alla quale erano presenti anche il rappresentante legale dell’Area marina protetta Regno di Nettuno, ammiraglio Arturo Faraone, Antonino Miccio, direttore dell’area marina protetta Regno di Nettuno, e Vincenzo Saggiomo, direttore della Stazione zoologica Anton Dohrn.“In tempi rapidi, salvo ulteriori contenziosi giuridici sarà costituito un nuovo consorzio per gestire l’Area marina protetta e la Regione avrà un ruolo determinante come è giusto che sia” ha aggiunto Borrelli annunciando che “finalmente si sta realizzando anche il campo boe così le imbarcazioni che arrivano ai limiti dell’area potranno attraccare senza dover lanciare l’ancora che danneggia i fondali. Inoltre nei prossimi giorni aumenteranno i controlli contro il diportismo selvaggio che da troppi anni infesta la’era marina protetta”.Infatti nel mese di agosto è stato firmato il contratto per la fornitura e messa in opera dei segnalamenti luminosi di delimitazione della zona A) “secca della catena”. I lavori termineranno nei prossimi 60 giorni.“Finalmente, dopo il commissariamento deciso dal Ministero che ha messo fine a una gestione scellerata, per l’Area marina protetta le cose stanno migliorando” ha concluso Borrelli per il quale “il lavoro del direttore, Miccio, sta cominciando già a dare i primi frutti”.

{youtube}xXYalci20w8{/youtube}

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments