1561603_scomparso_vincenzo_amendola_polizia

NAPOLI (R.d.L)- E’ finita in tragedia la storia della scomparsa di Vincenzo Amendola, il giovane di 18 anni di cui nn si avevano più notizie dallo scorso 5 febbraio. Questa mattina dopo una segnalazione, il cadavere del ragazzo è stato rinvenuto dalla poliza in un terreno agricolo a San Giovanni a teduccio in via 2 giugno.

Il corpo è stato ritrovato dalla polizia, gli agenti del commissariato San Giovanni-Barra, stanno eseguendo i rilievi del caso. Nei giorni scorsi la famiglia in preda alla disperazione si era rivolta alla popolare trasmissione di Rai 3 “chi l’ha visto?”. «Aiutateci a ritrovarlo», l’appello lanciato da Giuseppe Amendola e Anna Rinaldi, il papà e la mamma di Vincenzo, residenti nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, nella zona soprannominata Bronx. Al momento della scomparsa, il ragazzo indossava un lupetto color fango, dei pantaloni beige, un cardigan di colore blu con cappuccio e scarpe da ginnastica. Sull’avambraccio destro, un tatuaggio che raffigura una carpa giapponese con la scritta “Elena”. La sua andatura era claudicante a causa di un incidente avuto in passato. I genitori avevano spiegato che il ragazzo era uscito di casa verso la mezzanotte di giovedì, 4 febbraio, come di solito usava fare rientrando al mattino seguente. Venerdì, 5 febbraio, invece, Vincenzo non aveva fatto più rientro a casa e da  allora nessuno lo aveva più visto. Stamane il tragico epilogo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments