NAPOLI – Ieri mattina, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Bagnoli, insieme a quelli del Commissariato San Paolo, hanno arrestato il 35enne di Casalnuovo (Na)

Salvatore Rendola in quanto ritenuto responsabile dei reati di furto aggravato di autovettura e truffa.Verso le 05.20, i poliziotti hanno iniziato le ricerche di una Fiat 500 appena rubata in Piazzale D’Annunzio e diretta verso Via Terracina. Poco dopo hanno quindi raggiunto l’autovettura nei pressi di un’area di servizio e ne hanno arrestato la marcia bloccando l’uomo al volante: Rendola.Il 35enne ha provato a giustificare il possesso della 500, ma dai primi accertamenti è risultato che era stata appena rubata ad una 31enne di Piazzale D’annunzio e che a suo carico risultavano numerosi precedenti penali.Mentre i poliziotti procedevano all’arresto in flagranza di reato di Rendola, si è avvicinato un 55enne di Via Cintia il quale ha riferito che pochi attimi prima, l’uomo della 500 aveva attuato nei suoi confronti la classica truffa dello “specchietto”. L’uomo ha poi riferito di aver fatto inizialmente resistenza alla richiesta di risarcimento dell’ipotetico danno, ma poi impaurito dall’atteggiamento del truffatore, aveva ceduto tutto il denaro di cui era in possesso: una banconota di 10 euro rinvenuta in una sua tasca dai poliziotti in seguito ad una perquisizione personale.Salvatore Rendola è stato pertanto arrestato e condotto in Commissariato. In giornata sarà giudicato con rito direttissimo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments