saldi-invernali-2016-2-2

NAPOLI – Amara sorpresa per i consumatori e conseguente rammarico per i commercianti per l’avvio dei saldi invernali il 5 gennaio e non più il 2 come di consueto.

Lunedì centinaia di napoletani e turisti hanno pensato di poter spendere usufruendo degli sconti ma dovranno attendere fino a giovedì prossimo. Questo perché la Regione Campania ha aderito ad un accordo nazionale, da cui si sono distaccate solo Basilicata e Sicilia (ieri il via ai saldi) e la Valle d’Aosta che comincia oggi.“La Regione ci ha fatto un bel piattino: non ci hanno voluto ascoltare, subiamo una scelta assurda e perdiamo il tempo per ben quattro giorni senza clienti”, sbotta Giuseppe Giancristofaro, presidente di Federmoda Napoli aderente a Confcommercio.L’Assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, Amedeo Lepore oggi ha contattato il commissario della Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, Giacomo Errico, comunicando la disponibilità all’apertura di un nuovo tavolo di confronto per verificare le necessità degli operatori del terziario. In merito alla vicenda relativa all’inizio dei saldi fissato per il 5 gennaio prossimo, nel corso del colloquio l’assessore Lepore ha confermato che la Regione Campania ha approvato una Legge Regionale in base a quanto concordato in sede di Conferenza delle Regioni.”Apprezziamo la disponibilità dell’assessore Lepore e della Regione Campania – ha commentato Errico – e siamo pronti a fare la nostra parte segnalando le criticità del territorio e, al contempo, avanzando le proposte che riteniamo possano essere utili per la cittadinanza”.

 

{youtube}klG6rejiMJc{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments