gdf3

CASERTA- Beni mobili e immobili e conti-correnti bancari per un valore di 200mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli e dalla Dia a Mario Di Meo. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

In particolare sono state sequestrate a Di Meo, coinvolto in un’inchiesta sul clan La Torre del 2003 che accertò l’infiltrazione della cosca nel Basso Lazio, un’azienda operante nel commercio al dettaglio e all’ingrosso di prodotti ortofrutticoli, cinque auto, una quota societaria e sette conti-correnti.(ANSA).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments