POLIZIA-POSTALE

NAPOLI – Fingendo di essere una donna di 19 anni, un pedofilo adescava minorenni tramite Facebook, inducendoli a compiere atti sessuali.L’ uomo, un 35 enne di Roma, insegnante ed allenatore di una squadra giovanile di basket, entrava in contatto con i minorenni attraverso le cosiddette “chat roulette”, che mettono in connessione anche video, a mezzo telecamere, e con un criterio casuale, due o più utenti.Poi, convinceva i minorenni a scambiare foto e video degli organi genitali ed a masturbarsi.

Le indagini della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli hanno portato all’ identificazione del 35 enne romano. Nella sua abitazione sono state sequestrate immagini e files di contenuto pedopornografico. L’ uomo è stato arrestato con le accuse di corruzione ed adescamento di minori e di detenzione di materiale pedopornografico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments