NAPOLI –  Antonio Sorrentino, 50enne del quartiere Chiaiano, stava per portare a segno una truffa ai danni di una nota compagnia assicurativa, ma è stato arrestato dalla Polizia di Stato.

L’uomo, nel pomeriggio di ieri, presentandosi con altro nome, si è recato in uno studio medico al Centro Direzionale, ove avrebbe dovuto effettuare una visita medico legale, finalizzata al risarcimento danni per un sinistro stradale.

La sfortuna del truffatore è stata quella che il medico che doveva effettuare la visita, era un funzionario medico della Polizia di Stato.

Sorrentino, che era in compagnia di un amico, alla richiesta di esibire un documento, ha mostrato una carta d’identità, sulla cui genuinità il medico ha nutrito forti dubbi.

A tal punto, il funzionario medico ha abbandonato i panni di sanitario, per procedere come poliziotto all’identificazione dei due soggetti che aveva innanzi a se, con l’ausilio degli agenti del Commissariato di Polizia Poggioreale, opportunamente avvisati.

I poliziotti, infatti, hanno accertato le reali generalità di Sorrentino e del suo accompagnatore.

Sorrentino è stato arrestato e condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale, perché responsabile del reato di detenzione e uso di carta d’identità contraffatta, sostituzione di persona e tentata truffa, mentre il suo accompagnatore, S.D.M. 47enne del quartiere Vomero, è stato denunciato in stato di libertà, per concorso nel tentativo di truffa.  

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments