carabinieri207

NAPOLI– Una ragazza di 16 anni quattro mesi fa fu violentata sugli scogli di Marechiaro, a Napoli. Per quella vicenda tre ragazzi – tutti minorenni – sono stati bloccati oggi dai carabinieri in esecuzione di un provvedimento emesso dal tribunale dei minorenni del capoluogo partenopeo e sono stati condotti in altrettante strutture minorili. In quattro mesi di indagini gli investigatori hanno raccolto diversi elementi che hanno portato nelle scorse ore ad una svolta nelle indagini. Nelle prossime ore i ragazzi potranno fornire la loro versione dei fatti.

“Con l’arresto dei tre presunti stupratori della ragazza sugli scogli di Marechiaro, si comincia a fare chiarezza su quella vicenda, ma ora è importante che la vittima della violenza non venga lasciata sola nella fase processuale, quando, come spesso accade in casi del genere, si tenta in tutti i modi di screditare le vittime stesse, come è successo a Pimonte dove la vittima è stata costretta a lasciare il paese”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione politiche sociali, che ha chiesto all’assessore, Chiara Marciani, “di garantire il pieno sostegno alla ragazza e di valutare anche l’opportunità che la Regione si costituisca parte civile nel processo”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments