01-tangenziale-napoli-600x329

NAPOLI – “E’ assurdo che i napoletani siano gli unici a dover pagare per percorrere una strada a scorrimento veloce interna alla città, mentre i romani, giusto per fare un esempio, non pagano nulla per attraversare il grande raccordo anulare”.

Lo hanno detto il consigliere dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il portavoce cittadino del Sole che ride di Napoli, Stefano Buono, e il capolista al Consiglio comunale, Augusto Lacala, che, domani, giovedì 2 giugno alle 11, saranno all’emiciclo di Capodimonte “per una protesta pacifica contro il pedaggio della tangenziale”.“Abbiamo messo nell’accordo programmatico che abbiamo firmato con De Magistris l’impegno a lavorare per eliminare il pedaggio della tangenziale che non ha alcuna ragion d’essere ormai visto che le spese per la costruzione che lo giustificavano inizialmente sono state ormai recuperate del tutto” hanno aggiunto Borrelli e Buono ricordando che “anche il presidente della Regione, De Luca, ha garantito che s’impegnerà per eliminare quest’assurdo balzello”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments